Andrea Piccolo il Blog

Andrea Piccolo   il Blog

Andrea Piccolo il Blog

"Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici" (Gv 15,13)

Puoi scorrere lo scaffale utilizzando i tasti e

l’AMORE . . .

14 gennaio 2010 , ,

Il post di oggi è dedicato a un gruppetto di ragazzi che segue il blog . . .

Sento oggi più che mai dirvi quello che penso su una questione importante: l’AMORE.

A questo punto potreste dirmi: “e ce lo dici tu cos’è l’Amore? Uno che si fa prete?”

Io non voglio spiegarvi per intero cos’è l’Amore, perchè se l’Amore è Dio, e Dio non lo possiamo conoscere per intero, nessun uomo potrà mai parlarvi dell’Amore esaurendo il significato profondo, eterno che porta dentro . . . ma solo della sua esperienza di Amore . . .

Solo Gesù che era uomo, ma anche Dio, ha potuto esprimere “umanamente” con la Croce quello che è il Vero Amore: donazione di sè.

Questo vi fa capire che parlerò dell’esperienza che io ho avuto dell’Amore . . . perchè sarà questo Amore che io un giorno (ma anche voi) dovrò testimoniare e portare!!!

Voi che dite proviamo ad affrontare questo discorso?

Annunci

Lascia un Commento . . .

Commenta con educazione e rimanendo in tema.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

commenti

uhm interessante.. ma l’amore ha mille sfaccettature è il più complesso dei sentimenti e soprattutto copre molti ambiti.. Non credo sia un argomento semplice, però mi incuriosisce 🙂

Paolo

14 gennaio 2010

come dicevo non riusciremo di certo a esaurire l’argomento proprio perchè ci sono mille sfaccettature …. però una sfaccettatura io…. una sfaccettatura tu …. una sfaccettatura altri …. capisci? cmq grazie!

ilpiccolo

14 gennaio 2010

ok, allora inizio con il dire la mia..
L’amore più importante che ho avuto modo di testare nella mia vita e che mi ha in un certo senso fatto pensare nel momento in cui l ho analizzato, è quello che nutrono verso di me i miei genitori. Sembra una cosa buttata a caso, ma non è così; sai a volte lo diamo per scontato, però invece credo che sia la “versione” più pura di questo complicato sentimento. Come titolo del tuo blog, tu hai scritto il comandamento più impegnativo che Cristo potesse darci: “Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici”. Vedi personalmente mi sono reso conto che la concreta manifestazione di questo amore la ho ricevuta solo da parte dei genitori.
Sai spesso si crede che l’amore verso la fidanzata possa essere la cosa fondamentale, più importante di tutti, infatti si dice spesso che quello è “il vero amore” però dal canto della mia esperienza, sarà che magari sono ancora immaturo, ma per quanto forte, non ho mai provato un amore tale da poter dire “darei la vita per te”.
Non è di facile interpretazione, l’amore ha manifestazioni improvvise, si concretizza in un attimo, nel senso che magari a seconda della situazione si possono fare cose che in determinati contesti non verrebbero neanche presi in considerazione. L’amore in generale non ha logica, ed è per questo che sconvolge.

Paolo

14 gennaio 2010

Cos’è l’amore…!? Secondo me, un emozione unica ed indescrivibile… Che ti far star bene quando stai male… Che ti fa passare momenti bellissimi e allo stesso tempo ti fa soffrire… :”(

crmn96

14 gennaio 2010

ma ti piace proprio la foto del blog? devono avere veramente un amore grande i tuoi amici se no ti avrebbero già ucciso

Elena

15 gennaio 2010

si hanno un amore GRANDE eheheh

ilpiccolo

15 gennaio 2010

io t voglio bene, per cui vorrei scrivere un commento, ma non mi è mai riuscito parlare dell’amore!! per di più ultimamente canto sempre una canzone dei tuoi compaesani kalamu per convincermi meglio a lasciar perdere l’amore. qst canzone dice “all’amore non ci pensare, chiodi e rose da spartire, io ti voglio parlare solo di queste rose d’inverno”… e poi dice “voglio sentire che non sono più sola”. per dire quanta nostalgia dell’Amore ci ha messo il Signore nel cuore, che è la nostalgia di Lui stesso… tutti ce l’abbiamo, è il desiderio di non sentirsi soli, di condividere le cose, di trovare il simile…
e poi un’altra dice “per l’amore di una vita la follia si è svanita”, per cui cerco sempre di coltivare l’amore x qcs o qcn, perché senza amore si uscirebbe pazzi.

Elena

15 gennaio 2010

grazie di tutti i commenti! sono davvero costruttivi! 😀

ilpiccolo

15 gennaio 2010

L’Amore per Me è il Senso della Nostra Vita…
Dio ha creato il Mondo con l’Amore quindi in Principio fu Amore. Noi purtroppo lo abbiamo Sporcato con la nostra Cattiveria. Però l’Amore rimane la Nostra Salvezza. Ciò che ci renderà felici. E non parlo solo dell’Amore in una coppia, ma parlo dell’Amore tra le Persone. Io Penso che l’Amore se solo Regnasse di più, sarebbe la Salvezza delle Nostre Vite.
Dio è Amore ed è vero, ma il Nostro Amore dov’è?
Dov’è la Nostra Salvezza?….
Anche se penso che il Male ci sarà Sempre, Io non Negherò Mai a Me Stessa L’Amore anche se so che a volte sarà oscurato un pò dal Male. Nel mio Piccolo cercherò di non negarmi mai l’Amore, che può esprimersi in un sorriso in un abbraccio in un bacio, in un semplice stare vicini e non sentirsi Soli.

Valeria Piccolo

15 gennaio 2010

una settimana fa nel cuore della notte suona il mio telefonino. Subito ho pensato non sono buone notizie. Laura piangeva per telefono: il suo ragazzo, un mio amico, era morto in un incidente con la moto. Sono rimasto in silenzio, non riuscivo a parlare. Laura voleva delle risposte. Io avevo solo altre domande, non per lei, ma per l’Amore. Per quell’Amore che un giorno mi ha fatto lasciare tutto, per seguirlo per le strade di un seminario, delle città, di paesi lontani, di culture lontane dalla mia, per i vicoli della miseria, dei sorrisi dei bambini e di chi sta all’ultimo banco. Laura ancora continua a farmi domande nel suo dolore. Io non ho ancora risposte per Laura. Continua a chiedermi: Dov’era il tuo Amore quella sera? Il tuo Amore non avuto pietà del mio amore? Io continuo a chiudere gli occhi e dico all’Amore: avvolgila, proteggila da se stessa, digli che c’eri anche tu lì sull’asfalto con lui? Annunciare l’Amore? Annunciare la Vita? Come? Forse avendo anche il coraggio di dire di non avere risposte, ma solo domande, ma di essere sicuri che l’Amore piange nelle nostre stesse lacrime di uomini nel silenzio, anche nella una notte gelida di Laura.
Oggi mi ha spedito una poesia di Auden. Io lo letta è toccavo il suo amore con l’Amore.

“Fermate gli orologi, il telefono sia rimosso,
Tenete buono il cane con un succulento osso,
Fate tacere i pianoforti e con un rullio smorzato
Esponete la bara, ricevete chi è addolorato

Fate che gli aerei volteggino alti con sconforto
scrivendo nel cielo il messaggio: Lui è Morto,
Adornate di crespo il collo dei piccioni metropolitani,
Fate indossare guanti neri ai vigili urbani.

Lui era il mio Nord, il mio Sud, il mio Oriente e il mio Occidente,
La mia settimana di lavoro e la mia domenica a far niente,
Il mio mezzogiorno, la mia mezzanotte, il mio discorso, il mio canto,
Credevo che l’amore fosse eterno: mi sbagliavo tanto.

Non servono più le stelle: spegnetele una a una;
Smantellate il sole e imballate la luna;
Svuotate l’oceano, sradicate le piante.
Perchè ormai più nulla sarà importante.” Auden

Agnus

18 gennaio 2010

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: