Andrea Piccolo il Blog

Andrea Piccolo   il Blog

Andrea Piccolo il Blog

"Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici" (Gv 15,13)

Puoi scorrere lo scaffale utilizzando i tasti e

Amo Dio —-> Amo il Prossimo

27 ottobre 2008

Matteo 22,34-40
 
Gesù questa volta viene messo alla prova dalla classe dei farisei…
Qual è il comandamento più importante?
Solo Lui il Logos, la Parola del Dio Vivente, poteva esprimere l’unico comandamento che rivela la vera realtà del Padre: l’Amore.
 
Ama il tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua mente e con tutta la tua anima.
Cosa vuol dire amare?
Beh…non voglio dilungarmi troppo se no poi chi passa più da questo blog? eheheh
L’amore di Dio è un amore agapico, un amore che non rimane per se, in se, ma è un amore che si dona…AMARE E’ DONARSI!
Non è quindi solo Eros, passione, egoismo, piacere per se…ma è dono di se!
Bisogna quindi donarsi, buttarsi nel cuore di Dio…andare alla sorgente dell’Amore Vivo.
E se l’amore è dono di sè questo comporta sacrifici di se. Gesù su questo ci ha dato l’esempio…dare la vita per i propri amoci e, come ha fatto, donare ogni goccia del suo sangue per amor nostro!
 
Il secondo comandamento è SIMILE…SIMILE…al primo!
Non si può amare il prossimo se non si ama Dio e viceversa……ma ci viene specificato che va amato come se stessi!
Ora viene il bello!
CI AMIAMO?
Pongo ad esempio a me stesso una domanda: Studio per obbligo o perchè amo me stesso?
E se questa domanda viene presa come modello per le altre … quante ne uscirebbero fuori….
Io tengo sempre in mente questa frase: Fai agli altri quello che vorrestia sia fatto a te e non fare quello che non vorresti sia fatto a te.
Il prossimo è colui che ha BISOGNO…di cosa? Dell’amore di Dio…e noi siamo il tramite…il canale che trasporta questo Amore!
Ultimamente dicevo ai ragazzi: Com’è dura amare il prossimo! Specialmente se ci odia, se ci fa i dispetti, se cerca di eliminarci a tutti i costi, se cerca di metterci in difficoltà ecc…
MA COME SI FA AD AMARE PERSONE COSI’?
Le ameremo solo se attingeremo al pozzo, alla fonte, alla sorgente di un amore che non ha confini, cioè l’Amore di Dio…così da poter vedere nell’altro non più un nemico, ma un fratello, un Figlio di Dio, lo stesso CRISTO!
Questo amore è un dono che riceviamo continamente, ma sapete cosa facciamo spesso?
Lo teniamo per noi…non lo doniamo…non lo facciamo diventare agapico…
E cosa fa l’acqua se rimane chiusa e non si rinnova?
Perde il suo sapore originario, stagna, perde il suo valore!
Invece quando lo doniamo, certo ci svuotiamo, ma nello stesso tempo ci riforniamo alla Sorgente per poter donare di nuovo questo Amore…così da poter avere in noi sempre quell’acqua viva di cui ci parla Gesù…di quell’amore che non fa distinzioni ma vede tutti allo stesso modo.
Altro esempio?
Diciamo che è simile ad uno che ha fatto Gesù…
Se a tutti noi viene data una candela spenta…e a me Andrea per dono mi viene accesa…spesso capitano 2 cose:
1) la faccio spegnere e non me ne curo
2)la tengo solo per me
Raramente la terza opzione: con la luce ricevuta illuminare e accendere la candela dell’altro con il fuoco dell’Amore di Dio.
Questo Amore agapico, mettiamocelo bene in testa, è un DONO CHE PASSA DA ME PER GLI ALTRI ed è questo che ci caratterizza come Cristiani!
 
Quindi sono Figlio di Dio solo perchè vado in chiesa?
Solo perchè prego?
Solo perchè mi dico cristiano?
No, lo sono perchè AMO!!
E anche se nessuno mi ama, non sono solo, perchè c’è un Dio che mi AMA!
 
Andrea
Annunci

Lascia un Commento . . .

Commenta con educazione e rimanendo in tema.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

commenti

…basterebbero questi due comandamenti per vivere una vita cristiana autentica, invece quanta zavorra ci portiamo dietro….
Ti auguro una buona serata.
Un abbraccio.
Rosy.

rosy

27 ottobre 2008

beh andrea i hai ragione…è con il tempo che si nota il frutto della preghiera che sicuamente è l\’amore come diceva madre teresa…beh si nel giardino dei nostri cuori vengono piantati semi di vario genere ma tutti insieme srvono ad abbellire e allestire la strada della vita che ti porta a conoscere persone che cn una frase o una parola  dicono tanto e ti dimostrano la loro vicinanza…e che ti seguono nel cammino cn colui che  innun giorno come tant altri ci ha chiamato a vivere la santità prima poi il suo sviluppo che sia il sacerdozio sia la famiglia ecc grazie del commento mi ha  fatto veramente piacere il tuo commento grazieeee…

luigi

28 ottobre 2008

E\’ splendido questo amore diffusivo che esprimi nell\’intervento…al corso vocazionale ad Assisi lo defiscono il sintomo del germe vocazionale della consacrazione…
…grazie!!!
🙂
"Sarai una magnifica corona nella mano del Signore"
(Isaia 62)

Marianna

28 ottobre 2008

ciau andrea !noi ci conosciamo sl da gg ma il tuo blog lo conosco da tnt eè dall\’anno scorso k visito qst blog e posso dire k è davvero bellissimo sia dal punto di vista di grafica k da qllo dei contenuti i tupi interventi hanno un significato morale e teologico kosì profondo k ci potresti scrivere un libro !!!!!!! vabbè ci sentia,o su msn ciauuuuuuuuuuuuuu
 

demetrio

4 novembre 2008

Ciao   andrea,molto  bello il tuo blog ed è pure molto lungo, ma da quanto  ce l\’hai, mi piace ,e mi piacciono sopratutto i tuoi interventi.
Ma se te ne sei accorto hai superato il punteggio massimo nel " vota il mio spaces".
Ma poi come fai a mettere tutte quello cose sul blog ad esempio la chat,che la vorrei anch\’io,poi è lunghissimo.
Va bene ora devo andare a presto ciauuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Âи∂яєα

5 novembre 2008

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: